Come Pulire il Lavabo

Un lavabo immacolato e splendente è una festa per gli occhi. Sapete che molta gente si dichiara felice di avere qualcuno che faccia le pulizie al suo posto? Quando arrivano a casa trovano i rubinetti scintillanti! Ma noi possiamo farcela da soli: un pò di pazienza e olio di gomito!

Occorrente
Acquaragia minerale
Aceto bianco
Olio per neonati o di olio da bagno
Spazzolino da denti morbido
Smalto per le unghie trasparente
Pezzo di carta da cucina
Sacchetto di plastica

I lavabi non sono più soltanto di vetroceramica. Possono essere di vetroni acciaio inossidabile, e persino di pietra. È la moda che detta legge! Non dimenticate il tappo. Pulitelo, se è di gomma, con acquaragia minerale. Un modo per conservare in buono stato il tappo consiste nell’infilarlo trasversalmente nella fessura del troppo pieno invece di avvolgerne il cordino attorno al rubinetto. Per evitare che la saponetta si appiccichi al portasapone, strofinate sul fondo un po’ di olio per neonati o di olio da bagno.

Pulite il lavabo tutti i giorni, rimuovendo i residui di schiuma, il calcare e i germi. Per eliminare il calcare da rubinetti molto incrostati (fate attenzione perché questo metodo non è adatto per i rubinetti placcati, soprattutto quelli d’oro) mescolate parti uguali di aceto bianco e acqua e strofinate con uno spazzolino da denti morbido.

Per incrostazioni, avvolgete un pezzo di carta da cucina inumidito con acqua e aceto attorno al rubinetto e ponetevi sopra un sacchetto di plastica tenuto a posto da un elastico. Lasciate agire tutta la notte. Al mattino toglietelo e il rubinetto apparirà come nuovo! Passate sul fondo dei contenitori di metallo per la schiuma da barba un po’di smalto per le unghie trasparente perché non lascino tracce di ruggine. I bicchieri appiccicosi per gli spazzolini da denti sono il paradiso dei microbi. Metteteli nella lavastoviglie una volta alla settimana per mantenerli puliti.